Si tenuto nei giorni scorsi, alla Scuola Media Cairoli di Firenze, l’incontro per la ripresa del corso di alfabetizzazione,iniziato due anni fa e che continua a suscitaregrande interesse nelle Istituzioni cittadine e nel mondo del Volontariato.
L’incontro, al quale hanno partecipato Auser Volontariato Firenze , Il Consiglio del Q1, la Caritas Diocesana Firenze,  l’Istituto Comprensivo Centro Storico Pestalozzi e numerosi ragazzi  richiedenti asilo, è stato un’occasione per fare il punto sul progetto,  mettere a confronto istituzioni  pubbliche ,volontariato e  giovani che sentono il bisogno di  imparare la nostra lingua, che come è stato più volte ripetuto è una delle  condizioni  necessarie  per integrarsi nella nostra comunità, che guarda ancora con diffidenza e timore agli stranieri .
Negli interventi  , tra cui anche quelli di alcuni ragazzi arrivati da poco nel nostro paese,  è stata ribadita la necessità di dare seguito al progetto  che propone non solo l’insegnamento della lingua italiana  per socializzare  ma soprattutto  per comprendere  ed accettare  regole sociali e civili che esistono in questa loro nuova realtà
l’obiettivo è dunque quello di perseguire davvero un’autentica integrazione, aiutando questi giovani provenienti da culture lontane dalla nostra ,religioni diverse con abitudini alimentari e sanitarie diversificate,a vivere in una nuova realtà che richiede  il superamento di tutta una serie di barriere : linguistiche in primis ma conseguentemente sociali, razziali, culturali,psicologiche, lavorative ed individuali.