Come ampiamente diffuso dagli organi di informazione, il Presidente del Consiglio dei Ministri, in data 10 Aprile, ha firmato un nuovo decreto con il quale prolunga fino al 3 Maggio la chiusura di molte attività. C’è  da registrare, però, una parziale riapertura di alcune di esse così che oltre a quelle che già potevano stare aperte come gli  alimentari, le farmacie e molte altre categorie essenziali, da oggi possono riaprire anche cartolibrerie e negozi di vestiario per bambini.

Il presidente della Giunta Regionale Toscana ha emesso in aggiunta, in data 13 Aprile, una Ordinanza che per aumentare la sicurezza impone alcune prescrizioni in più. Si tratta delle differenti distanze di sicurezza da mantenere fra le persone ed inoltre dei modi per raggiungere il luogo di lavoro, nonché l’accesso e la sanificazione dei locali.

Come riportato dalla CONFESERCENTI ecco le norme che in Toscana dovranno essere seguite:

– Al primo punto c’è la sanificazione dei locali, compresi gli impianti di aerazione se presenti, da farsi prima di tornare a tirare su le saracinesche.

– La seconda avvertenza riguarda le condizioni di salute: in caso di febbre o altri sintomi influenzali il lavoratore è obbligato a rimanere casa e il datore di lavoro deve assicurarsi ogni giorno, all’inizio del turno, il rispetto della disposizione, anche mediante autocertificazione del dipendente.

– Importante, anche, il tema dei mezzi di trasporto: lo spostamento dal proprio domicilio al posto di lavoro (e viceversa) è preferibile che avvenga individualmente. Laddove spostarsi individualmente non fosse possibile, quando si utilizzino mezzi pubblici o mezzi privati (ma in un’auto non ci potranno stare più di due persone) il datore di lavoro dovrà fornire al lavoratore mascherine e guanti monouso a sufficienza per tutti gli spostamenti.

– Valgono poi le raccomandazioni oramai diventate un’abitudine quotidiana in questo periodo di emergenza sanitaria: l’obbligo alla frequente e minuziosa pulizia delle mani, ad indossare guanti monouso e mascherine in tutte le possibili fasi lavorative che assieme ai detergenti dovrà fornire il datore di lavoro.

La distanza di sicurezza tra le persone in Toscana verrà aumentata ad almeno 1,8 metri invece del solo metro fin oggi considerato sufficiente.

Si potrà entrare nei negozi solo indossando correttamente la mascherina ( deve coprire bocca e naso). Disinfettarsi le mani utilizzando i dispenser che dovranno trovarsi all’ingresso del negozio e indossare guanti protettivi.

Ordinanza_del_Presidente_n.33_del_13-04-2020